logo-consorzio-maremma_360

LA STORIA

Il Consorzio di Bonifica della Maremma Etrusca fu costituito con Decreto Presidenziale 09/06/1949 n.2499 quale Ente di diritto pubblico ai sensi dell'art. 59 del R.D.13/02/1933 n.215.
L'attuale statuto è stato approvato con deliberazione della Giunta Regionale n.3076 dell'11/04/1995.
Con Deliberazione del Consiglio di Amministrazione n.2. del 09/06/1996 l’Ente ha assunto la denominazione definitiva di "Consorzio di Bonifica della Maremma Etrusca" con sede in Tarquinia (VT).
Precedentemente alla costituzione del Consorzio, l'attività di bonifica in quel territorio che degrada dalle colline di Tuscania e di Monte Romano verso il mare ed è solcato dal F. Fiora, dal T. Mignone e dal F. Marta, ha avuto una prima organizzazione nel 1930 con la costituzione di 2 Consorzi: il Consorzio della Piana di Tarquinia e il Consorzio del Mignone.

Il primo, costituito con R.D. 2 Giugno 1930, con la denominazione di "Consorzio per la trasformazione fondiaria della Piana di Tarquinia" venne ampliato con R.D. 13 settembre 1934 e divenne "Consorzio di bonifica integrale del Bacino Inferiore del Fiume Marta" con D.M. 14 Maggio 1935 con una superficie di ha 25.876.
Il secondo, costituito con R.D. 23 giugno 1930 con la denominazione di "Consorzio per la trasformazione fondiaria della bassa valle del Torrente Mignone" venne ampliato con R.D. 6 febbraio 1934 e divenne "Consorzio di Bonifica integrale della Bassa Valle del Torrente Mignone" a seguito del D.M. 28 novembre 1934, con una superficie di ha 10.781
Con D.P. 9 giugno 1949, n.2499 i due Consorzi vennero fusi e così ebbe origine il "Consorzio della Maremma Etrusca" di ha 36.881

ATTIVITÀ

GLI IMPIANTI

SERVIZI

BANDI E GARE

NEWS

LA BOLLETTA

A difesa
e valorizzazione
del territorio

159746

ETTARI COMPRENSORIO DI BONIFICA

2

PROVINCE:
VITERBO E ROMA

21

COMUNI

356 km

KM DI RETE IDRICA
SUPERFICIALE

1

IMPIANTO IDROVORO